Colleferro - Frascati - Roma (diverse sedi)

  • Perchè partecipare ad un gruppo di confronto?

E' un luogo dove trovare confronto tra persone che vivono esperienze simili e si trovano sullo stesso percorso anche se in momenti diversi. E' un'occasione in cui arricchirsi, guardare più profondamente alle proprie esperienze anche grazie alle esperienze dell'altro.

E' costruire legami, incontri, vicinanza, obiettivi e senso di efficacia che piano piano prendono il posto dell'incertezza e della solitudine.

E' pensare a se stessi come inseriti in un percorso impegnativo che può essere analizzato, dotato di senso, ricostruito e pensato. Questo significa poter affrontare i problemi e il senso di impotenza che talvolta si prova davanti a questi.

  • Quali temi all'interno di un gruppo per adozione?

I temi da trattare vengono proposti di volta in volta dai partecipanti al gruppo, e moderati dal conduttore e riguardano tutte le fasi dell'adozione: l'attesa durante il processo di richiesta di idoneità e di convocazione del tribunale, il periodo di conoscenza con il minore come abbinamento o affido preadottivo, la costruzione della funzione genitoriale e la gestione dei conflitti, il rapporto con la scuola e la comunità di riferimento dei minori, i rapporti con la famiglia biologica e le istituzioni.

  • Come funziona un gruppo di confronto per genitori?

Gli incontri hanno cadenza settimanale, generalmente in orario serale (dalle 18 alle 20), e sono invitati a prenderne parte entrambi i genitori. Prima dell'inserimento nel gruppo è consigliato un colloquio individuale per potersi confrontare su aspettative ed obiettivi riguardo il gruppo, ed è possibile, in ogni momento, chiedere di affiancare alla frequentazione del gruppo, gli incontri individuali.

  • Che differenze tra il gruppo e la consulenza familiare? 

Il gruppo è un organismo entro il quale ogni individuo può esprimere i propri dubbi ed emozioni e questi hanno un'eco nei vissuti degli altri partecipanti al gruppo. Questa eco diviene strumento di lavoro tramite la quale il gruppo e l'individuo evolvono.

La consulenza familiare è un dispositivo entro il quale la coppia di genitori, ed i minori, trovano accoglimento riguardo i vissuti e le difficoltà percepite e ne possono ricostruire il significato più profondo, affrontando insieme allo psicologo tutti i passaggi della costruzione del rapporto familiare.

Per contattarmi

Oppure

Email.png
Facebook-ValentinaScarozza.png
Youtube-ValentinaScarozza.png
Psicologo Roma provincia Lazio
Instagram-ValentinaScarozza.png
whatsapp.png
www.png

Gruppo per genitori adottivi

dr.ssa Valentina Scarozza

Psicologa iscritta all'Albo Regionale del Lazio n°23583

valentina.scarozza@gmail.com

Telefono 351 892 5908